aBetterPlace vuol dire un mondo in cui il benessere collettivo sia maggiore di quello attuale.

PERChè

aBetterPlace

Da qualche anno si è finalmente diffusa la consapevolezza che il benessere non possa essere misurato tenendo in considerazione solo la crescita economica.

È necessario andare oltre.

Oggi sappiamo che fenomeni globali come i flussi migratori, il cambio climatico, l’urbanizzazione e lo sviluppo tecnologico impongono l’attuazione di un nuovo modello di crescita sostenibile incentrato sulla felicità e il benessere della persona come principali leve del progresso sociale ed economico.

Sappiamo che fattori sociali ed ambientali come salute, educazione, cultura, partecipazione e qualità dell’ambiente non possono più essere sottovalutati.

Esistono già numerosi interventi in questi campi, molti dei quali non raggiungono i risultati sperati. Agire in questi ambiti tocca infatti numerosi campi del sapere, ma un impatto davvero positivo dipende sempre dalle decisioni prese dalle persone, in quanto singoli e parte di una collettività.

Qui entriamo in gioco noi. Come esperti del comportamento umano e di neuroscienze ci poniamo l’obiettivo di capire perché vengano prese delle decisioni e agire su come favorire un comportamento socialmente responsabile: costruiamo le migliori impalcature contestuali per aiutare gli individui a prendere decisioni migliori per sé e per gli altri.

Questo significa non solo per la politica e la pubblica amministrazione, ma anche per il settore privato e ogni tipo di organizzazione e comunità, avere a disposizione nuovi strumenti semplici, economici e misurabili per fare fronte alle sfide del futuro.